Polonia – Cracovia … che bella sorpresa!

Cracovia era una città a noi totalmente sconosciuta fino ad una settimana fa.

Qui di seguito vogliamo descrivervi un po’ tutto quello che abbiamo visitato e raccontarvi i particolari che ci hanno colpito maggiormente. Inoltre questo vuole essere per noi una sorta di Diario di bordo da poter consultare la prossima volta che decidiamo di tornare in questa stupenda città.

Ti consigliamo di leggere tutto l’articolo ma se proprio non vuoi qui sotto trovi i link alle varie sezioni dell’articolo.

Scelte rapide

Preliminari del viaggio – Importante
Organizzare al meglio il viaggio
Come spostarsi
Attrazioni turistiche principali
Dove mangiare
Cosa mangiare
Prezzi Ristoranti e Supermercati
Suggerimenti
Stranezze

Preliminari del Viaggio – Molto Importante

Crediamo sia doveroso spendere due parole circa i preliminari!
Sembra scontato ma non lo è affatto.

Animali e piante: Nel caso in cui abbiate animali e/o piante assicuratevi che abbiate concordato tutti i particolari con chi dovrà prendersi cura di loro e accertarsi qualche giorno prima che le condizioni stabilite siano ancora valide.

Documenti: Per viaggiare in Polonia basta avere un documento di identità (La carta di identità valida per espatrio) oppure un passaporto con validità residua minima di 6 mesi. Fate anche delle foto ai vostri documenti e conservateli su Google Drive in modo tale che se dovessero servire e siete sprovvisti potete sempre attingere da quelli salvati appunto nel Drive.

Piano telefonico: Informarsi col proprio operatore telefonico se il piano comprende o meno costi aggiuntivi per la connessione dati e le telefonate all’estero.

Carte di Credito/Debito: Accertarsi dei limiti e delle commissioni di prelievo delle proprie carte di debito e credito all’estero. Non è necessario convertire gli Euro in PLN ancora prima di arrivare in Polonia. I bancomat funzionano bene e ce ne sono sparsi ovunque quindi potrete prelevare comodamente in Polonia.

Prelievi di denaro contante: Piuttosto, quando siete in Polonia invece di prelevare a gocce il proprio denaro (incorrendo tutte le volte in spese di commissione per prelievo estero) prelevate 100€ in PLN e alla prima occasione cambiateli con pezzi più piccoli in modo tale da gestire meglio i pagamenti in contanti. Tenete presente che praticamente tutti accettano pagamenti con carte ma è sempre meglio avere alcuni contanti.

I taxi accettano pagamenti anche con carta di credito e bancomat in quanto molti usano SumUp.

Parcheggi vicini all’aeroporto: Noi abbiamo preferito recarci in aeroporto in Italia direttamente con la nostra auto senza dover disturbare nessuno per portarci e venirci a prendere. Abbiamo parcheggiato l’auto in uno dei tanti parcheggi a pagamento che circondano l’aeroporto e che offrono il servizio di bus navetta da e per l’aeroporto. E’ stato veloce, economico ed abbiamo mantenuto la nostra indipendenza.

Carburante: Ricordatevi di effettuare carburante prima del viaggio evitando di farlo in autostrada dove i prezzi sono maggiori.

Tour e visite guidate: Prenota se possibile i tuoi tour con guida in lingua ancora quando sei in Italia in modo tale da non doverti occupare di ciò quando sei già in vacanza, rischi di perdere tempo e di non trovare disponibilità per determinati tour.

Scelta dell’alloggio

Come in ogni viaggio occorre scegliere in modo tattico il proprio alloggio cercando di mettere d’accordo portafogli con distanza dalle mete principali.

Tenete a mente che è meglio spendere qualcosa in più per un alloggio in posizione centrale piuttosto che meno per un alloggio distante che poi comporta automaticamente un dispendio di tempo e denaro ogni giorno per spostarsi dall’alloggio alle mete prescelte.

Una volta scelto l’alloggio abbiamo quindi potuto iniziare a controllare su Google Maps la distanza di quest’ultimo rispetto alle attrazioni turistiche di nostro interesse.

Noi abbiamo optato per una soluzione Volo+Hotel acquistato sul sito Lastminute.com ed abbiamo scelto un appartamento invece che una stanza in quanto preferivamo poter anche cucinarci qualcosa.

In realtà non abbiamo mai cucinato tranne a colazione ma questa è una scelta personale che ognuno deve fare.

I prezzi per mangiare fuori al ristorante sono così abbordabili che sinceramente riteniamo inutile tornare in appartamento per spadellare!

Per maggiori informazioni sui costi relativi ai ristoranti e supermercati cliccate qui.

Organizzazione

E’ doveroso spiegarvi come siamo riusciti ad organizzarci (credo al meglio) e come siamo riusciti ad incastrare nel calendario di una settimana così tante mete ed attrazioni da visitare.

Abbiamo creato un Calendario Google aggiuntivo (e condiviso) chiamato Cracovia in cui abbiamo deciso di fissare giorno per giorno le varie attrazioni che avremmo voluto visitare.

Sembra banale ma non lo è, solitamente cercando sul web si trovano informazioni discordanti tra loro ed è quindi consigliabile sempre visitare i siti ufficiali delle attrazioni che si intendono visitare al fine di programmare correttamente le proprie giornate sfruttando al meglio il tempo a disposizione ed evitando di percorrere la stessa strada più volte durante la stessa giornata.

Abbiamo infatti riscontrato che alcuni siti riportavano informazioni sulle aperture del Museo Internazionale di Cracovia in cui è esibito il quadro della Donna con l’Ermellino.

Fortuna che poi visitando il sito ufficiale abbiamo constatato che purtroppo non era possibile visitarlo in quanto chiuso per lavori di ristrutturazione!

Il nostro consiglio è quindi quello di segnarsi in calendario tutto ciò che si vuole visitare e poi spostare le varie attività in accordo con gli orari di apertura, i giorni di accesso gratuito, i trasporti necessari per raggiungere le mete, le distanze ed il tempo dei percorsi e delle visite stesse (guidate o autonome).

Google Maps:

Con Google Maps abbiamo iniziato a incrociare le informazioni e cercare di tracciare un percorso che potesse farci visitare in successione i luoghi senza sprecare tempo ed energia a percorrere più volte la stessa strada.

A titolo d’esempio trovate di seguito uno screenshot del nostro calendario.

Come Spostarsi a Cracovia?

Fortunatamente Cracovia è una città che si può percorrere interamente a piedi per raggiungere i punti di interesse principali.

Cracovia è ben servita dai mezzi pubblici tra cui Taxi / Uber (veramente convenienti), Bus, Monopattini Elettrici (Bird, Hive, ecc), Tram.

C’è da fare una premessa: I Polacchi non guidano bene! Noi, essendo arrivati con l’aereo a Katowice abbiamo dovuto prendere un MiniBus che ci ha portato in centro a Cracovia presso la Stazione dei Bus MDA.
Sinceramente non consigliamo questo mezzo di trasporto perché i MiniBus corrono come matti anche quando piove!

Consigliamo invece tutti gli altri mezzi di trasporto.

Noi abbiamo visitato Cracovia principalmente a piedi ed è stato veramente piacevole perché abbiamo potuto conoscere meglio la città e scoprire piccoli angoli nascosti che altrimenti non avremmo mai visto.

Tuttavia la stanchezza può farsi sentire ed in quel caso abbiamo scelto di muoverci con i monopattini elettrici che si trovano praticamente ovunque sparsi per le vie della città e sono disponibili ad un costo irrisorio che si paga direttamente con lo smartphone collegando la propria carta di credito o account PayPal.

I monopattini di cui parlo sono i Bird o gli Hive ma ce ne sono molti altri. Preferiamo gli Hive per la praticità dell’applicazione che è da usare sul proprio smartphone per individuarli, prenotarli e per capire quanta autonomia residua hanno in termini di batteria e chilometraggio.

Questi monopattini si sbloccano (scansionando il loro codice QR posto sul manubrio) e bloccano per mezzo del vostro smartphone. Viaggiano ad una velocità di 25 Km/H e sono muniti di luce frontale e posteriore e freni ben funzionanti. Sono veramente molto comodi da usare per spostarsi rapidamente da un posto all’altro. Il loro costo è più o meno lo stesso e si aggira sui 3 PLN (circa € 0,75) per sbloccarli e € 0,25 al minuto. Quindi una corsa di 10 minuti in monopattino costa all’incirca € 2,50 … noi ci siamo saliti in 2 (un pò scomodo) ma ci siamo spostati senza problemi.

A titolo d’esempio posto uno screenshot dell’applicazione:

Uber:

Il giorno della nostra partenza abbiamo provato Uber per prenotare il nostro Autista che ci ha accompagnato alla stazione dei Bus dove abbiamo preso il MiniBus che ci ha portato poi in aeroporto a Katowice.

Siamo rimasti molto soddisfatti del servizio Uber ed il prezzo è stato veramente irrisorio anche se la corsa era davvero breve (8 minuti di corsa a € 2,70)

Bus:

Anche i Bus sono un’ottima alternativa economica, i biglietti si possono acquistare direttamente a bordo usando la carta di credito oppure ai chioschi che vendono sia giornali che biglietti. Sono molto comodi, puliti ed efficienti…e stranamente in orario!
Abbiamo acquistato 4 biglietti (2 andata e 2 ritorno da Cracovia a
Wieliczka – Miniere di Sale
) e ci sono costati in totale € 4,28

Taxi:

Il taxi è stato il secondo mezzo di trasporto che abbiamo usato in Polonia. Ci è stato utile per percorrere quel piccolo tratto di strada per raggiungere l’appartamento. Non volevamo camminare con le valigie nonostante fosse solo una camminata di 10/15 Minuti. Abbiamo speso € 3,43 (con carta di credito via SumUp) per una corsa di 8 minuti.

Attrazioni turistiche principali

Dove mangiare

Restauracja Sławkowska 1
Morskie Oko
Chata Restaurant
Pierogarnia Krakowiacy
Lunch Bar Marco (accettano solo contanti e non parlano inglese)
Gorące Pączki – Per mangiare qualche buona delizia.


Non consigliamo i seguenti locali:
Nakielny Cafe, Szewska 26, 31-009 Kraków, Polonia
Locale sporco e personale con poca voglia di lavorare, tavoli e poltrone sporche ed appiccicose, pavimento sporco.

Gościnna Chata Restaurant, Sławkowska 10, 31-014 Kraków, Polonia
Attirati dalle recensioni positive e dalla quantità di persone nel locale, la prima sera non abbiamo potuto entrarci in quanto al completo. Ci siamo tornati la sera dopo e con fortuna abbiamo potuto sederci. Il personale era assente in sala, se ne stavano tutti in cucina a parlare. Ci hanno fatto sedere ad un tavolo che aveva la tovaglia macchiata e ancora piena di briciole (scansate con un colpetto di mano dalla cameriera dal tavolo alle sedie!). Altri tavoli erano nelle stesse condizioni e la sala aveva poche persone per cui c’era tempo per pulire. I tavoli restavano sporchi una volta lasciati e pieni di briciole. Si limitavano a sistemare la sedia in modo artistico (mettendola a 45° invece che sotto al tavolo). I tavoli non venivano mai puliti con un panno e venivano liberati dai residui degli occupanti precedenti quando ormai arrivava altra gente per sedersi. Il piatto in cui mi hanno servito la carne e le verdure era sbeccato e ne mancava proprio un bel pezzo, impossibile non notarlo! La carne (una semplice cotoletta) era dura e mezza cruda e nemmeno tanto calda. Alla richiesta se andasse tutto bene risposi di no e nel sentire che non avevo gradito la carne la cameriera mi disse che magari non era di mio gusto! Al termine non ci hanno fatto pagare la carne ma non si sono dimenticati di chiedere se volevamo lasciare una mancia alla cameriera alla richiesta del conto. Ce ne siamo andati dopo aver pagato e tanto per cambiare il personale non se n’è nemmeno accorto della nostra dipartita in quanto era nuovamente assente. Sconsiglio fortemente questo locale. Probabilmente lavorano sulla quantità e non sulla qualità. Aggiungo che i camerieri erano in 3 ma tutti agivano nella stessa modalità per cui non è da imputare ad un singolo cameriere ma un vero e proprio modus operandi.

Piekarnia Janina
Evitate come la peste questo posto. Abbiamo voluto provare a fare colazione in questa “pasticceria bar” ma la scelta si è rivelata pessima. Pochi tavolini e sporchi. Prodotti non freschi e barista totalmente persa col suo smartphone. Tutto il tempo della nostra colazione abbiamo dovuto ascoltare i video horror che la barista si guardava non curante di chi venisse nel locale. Dava persino le spalle alla gente ed ignorava a lungo le persone, dovevano chiamarla o attendere a lungo che finisse di fare i suoi comodi! Una cosa indecente. Mai si è alzata a pulire i tavoli o uscire da dietro il bancone. Alcune persone si affacciavano da fuori e guardavano dentro per capire se fosse aperto o meno e non vedendo il personale se ne andavano. Alcuni entravano, davano un’occhiata e vedendo che nemmeno veniva dato loro il saluto (essendo lei girata di spalle) se ne andavano. Mai più.

Cosa mangiare

Pierogi
Barszcz
Zurek
Oscypek
Zuppe
Bigos (e tutti i secondi a base di carne) 
Zapiekanka
Street Food
Falafel
Obwarzanek

Prezzi Ristoranti e Supermercati

Suggerimenti

Stary Kleparz, rynek Kleparski, 30-962 Kraków, Polonia
Mercato coperto dove è possibile trovare delizie come la marmellata di lamponi, rose e lavanda, e molte altre leccornie.

Mały Rynek, Mały Rynek 7/2, 31-041 Kraków, Polonia
Mercatino dell’artigianato dietro alla cattedrale di St. Mary dove è possibile assaggiare tante specialità locali come il formaggio di pecora alla griglia, vin brulè, ma anche poter ammirare ed acquistare tanto artigianato locale. Attenzione: Mercato non presente tutto l’anno ma solo in determinati periodi. Noi abbiamo avuto la fortuna di poterlo visitare per diversi giorni.

plac Nowy, plac Nowy 4A, 31-056 Kraków, Polonia
Mercato delle Pulci nel quartiere Ebraico. Si può approfittare per mangiare un’ottima Zapikanka presso Zapiekanki Krolewskie

Galeria Bukowski, Sienna 1, 31-042 Kraków, Polonia
Negozio di Peluche veramente stupendo in via Sienna.

Giro in carrozza
: Molto costosi (15 minuti 65€)

Stranezze

  • Numeri delle case sono tutti sequenziali e non pari da un lato e dispari dall’altro.
  • Non ci sono extracomunitari di colore. Non ne abbiamo visto nemmeno uno!
  • Tutto è così pulito e non si trovano quasi carte o sigarette in giro a differenza dell’Italia.